Tira un’aria di destra

elezioni 2017

Il risultato dei ballottaggi che si sono svolti ieri hanno dato la conferma che il Centrodestra è molto competitivo e che rappresentare la situazione politica come uno scontro esclusivo tra PD e M5S non corrisponde alla realtà.

Questo deve far riflettere in vista delle elezioni politiche che , nonostante l’assenza di una nuova legge elettorale, rischiano di rendere ancora più incerto il futuro del Paese.

La questione che più preoccupa è l’assenza di una gestione della situazione tanto più a poche settimane dalle primarie che molto hanno puntato sulla ricostruzione dal basso del PD.

Per me “dal basso” significa ripartire dal governo locale, dai comuni, dai territori. Oggi sembra che ogni realtà vive la sua storia, con sconfitte e vittorie, senza un raccordo nazionale. Non va bene! Il successo nazionale di un partito è la somma di tanti successi locali, di una classe dirigente diffusa e riconosciuta e che sa raccogliere impegno e partecipazione.

Il prossimo fine settimana tutta la Sinistra ha organizzato importanti impegni politici. Pisapia ha dato appuntamento a Roma e tanti esponenti hanno annunciato la loro partecipazione, il PD ha convocato a Milano l’assemblea nazionale dei segretari di circolo. Sarà una importante occasione per un confronto sulle proposte politiche che si vogliono mettere in campo.

Forse sarà necessario rifare i conti alla luce della nuova capacità del Centrodestra di ritornare sulla scena politica.