Il voto è uno strumento importante. Usiamolo bene

Ho presentato a Collegno la mia candidatura al Consiglio Regionale del Piemonte. Qualche riflessione che ho condiviso con chi era presente e che ora condivido qui, con voi. Come è stata lasciata la regione prima di Chiamparino? In mutande! Chiamparino ha restituito dignità a un’istituzione che non aveva più senso per colpa della scellerata trazione leghista. La giunta Cota ci ha lasciato il grave sfascio della sanità. Bilancio che è stato risanato dopo sacrifici fatti da tutti. Chi fa politica non deve aver paura di dire la verità. Eravamo commissariati. Ne siamo usciti 6 mesi fa e possiamo cominciare a ragionare sulle nuove assunzioni in sanita. il tema del pronto soccorso è prioritario. Tempi di attesa. Accoglienza, agibilità, della struttura. Il personale che ci lavora è da ammirare. La soluzione dell’attuale ingolfamento dei pronto soccorso potrà passare dall’istituzione di Case della Salute, esperienze virtuose in grado di poter alleggerire il peso che oggi grava proprio sui “pronti” . Ricordiamo che l’84 per cento del bilancio regionale è rappresentato dalla sanità.

UN MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELLA MIA CANDIDATURA AL PARCO

Altro tema è la formazione professionale: chi immagina un futuro per il Piemonte deve immaginare quali possono essere le prospettive di sviluppo, possibili solo con personale preparato.

Siamo attraversati da ragionamenti che riguardano le infrastrutture. Il tav è solo una parte del problema. Oggi deficitiamo in infrastrutture. Il governo non dà prospettiva. Il Piemonte ne ha bisogno. Mantenere e aumentare le prospettive di lavoro è necessario.
Qualcosa è cambiato rispetto all’anno scorso, alle elezioni politiche. Penso che il PD possa dire che degli errori sono stato fatti. Gli altri al Governo li abbiamo visti. Forte dell’esperienza dell’alternativa, ora chi vota faccia attenzione a chi sceglie. Il voto è uno strumento importante. Usiamolo bene.